Nash a Lunaria, tra musica e politica

"Mi sembra che il mondo stia impazzendo, soprattutto negli Usa stanno accadendo cose terribili, la verità è che l'America è un grande paese e si merita qualcosa di meglio di Donald Trump". Le parole di Graham Nash, leggendario cantautore di origini inglesi, hanno preceduto la canzone 'Military madness' nell'esibizione alla Rassegna musicale Lunaria a Recanati in cui, oltre a eseguire brani di musica rock e folk che hanno segnato la vita di tre generazioni, Nash ha raccontato storie e aneddoti, ricordando amici e musicisti: dai The Hollies a David Crosby, Stephen Stills e Neil Young, dalla storia d'amore con Joni Mitchell all'incontro con Bob Dylan. Dal palco il cantautore inglese, che si è alternato alle chitarre e alla tastiera, accompagnato dal chitarrista Shane Fontayne e da Todd Caldwell alle tastiere, ha parlato di immigrazione. "Donald Trump - ha attaccato - accusa gli emigranti di essere il male assoluto per il Paese, non è così: la gran parte degli americani sono emigranti".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Cronache Fermane
  2. Cronache Fermane
  3. Cronache Fermane
  4. Cronache Fermane
  5. Informazione TV

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Petritoli

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...